fbpx

Terapia antibiotica e le sue conseguenze.

 

La stagione invernale è caratterizzata da frequenti malanni ed influenze che ci portano all’ uso maggiore di medicinali ed antibiotici. Con il termine “antibiotico” ci riferiamo alle sostanze in grado di contrastare i batteri o di bloccarne la crescita e il suddetto termine indica sia un prodotto di origine naturale che di origine sintetica.

Dalla scoperta dei primi antibatterici, la ricerca ha vissuto un veloce e notevole sviluppo, arrivando alla creazione di nuove classi di farmaci antibiotici.

Ogni classe prevede diverse molecole le quali possono differenziarsi l’una dall’altra per minime variazioni strutturali che possono avere un grande impatto sullo spettro d’azione e sugli effetti collaterali indotti dal farmaco stesso.

Gli antibiotici, quindi, possono scatenare molteplici conseguenze ed effetti , dai più lievi fino a quelli più gravi. Il manifestarsi di effetti collaterali più o meno avversi dipende dalle differenze nella sensibilità nei confronti di ciascun farmaco tra un paziente e l’altro. per questo motivo non possiamo parlare di effetti collaterali standard ma solo di effetti avversi più comuni. Tali effetti sono legati soprattutto all’azione che gli antibiotici esercitano sulla flora batterica ( microbiota umano).

Il corpo umano trae vantaggio dalla presenza in equilibrio della flora batterica poichè quest’ ultima esercita la fondamentale attività di protezione da microorganismi estranei e patogeni impedendogli di generare malattie e infezioni. L’assunzione di antibiotici è una delle cause della distruzione di quest’ equilibrio poichè intacca l’esistenza dei batteri naturalmente presenti nel tratto gastrointestinale, nell’apparato respiratorio, nel cavo orale, negli organi genitali e sulla cute.

Tra alcuni effetti collaterali dell’assunzione degli antibiotici , infatti, ricordiamo nausea, vomito e diarrea.

Questi effetti sono dovuti all’alterazione dell’equilibrio della flora batterica intestinale; infatti, il medico generalmente prescrive insieme alla terapia antibiotica anche un trattamento a base di fermenti lattici

Un altro effetto indesiderato dovuto all’alterazione della flora batterica intestinale è la carenza vitaminica. L’alterazione della flora batterica nel corpo può anche favorire la proliferazione di microorganismi insensibili all’antibiotico somministrato, come batteri resistenti e funghi. Una conseguenza è il manifestarsi della Candida albicans e di altri funghi appartenenti allo stesso genere. Reazioni allergiche

Un altro effetto indesiderato che può accomunare tutti gli antibiotici – ma che, in realtà, può manifestarsi con qualsiasi farmaco o con qualsiasi altra sostanza estranea somministrata – è l’insorgenza di reazioni allergiche in soggetti sensibili.

Nonostante le conseguenze all’assunzione di antibiotici siano soggettive e legate al sesso, all’età e allo stato di salute iniziale dell’individuo possiamo affermare con certezza che è parere comune l’importanza di affiancare una cura antibiotica ad un’integrazione di fermenti lattici.

 Esseflor è un integratore completo ed efficace , con la sua ricca composizione di 3 miliardi di spore di Bacillus coagulans aiuta a riequilibrare l’alterazione della flora intestinale e una parte di prebiotico, paragonabile a un fertile terreno di coltura che facilita la proliferazione dei batteri autoctoni. Per informazioni e approfondimenti scrivi a info@essecore.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy.